GEO Medicina: la tua salute dipende da dove vivi


“La tua salute dipende da dove vivi”.

GEO Medicina
GEO Medicina: La salute dipende da dove vivi

Questo l’interessante spunto che Leandro mi ha sottoposto, attraverso un suo interessante articolo, dove si parla della correlazione geografica che alcune patologie possono avere e del controllo “dal basso” che si può attuare come chiave strategica per il futuro.

Ci sono idee e mezzi per farlo.

Cosa ne pensate?

Advertisements

8 responses to GEO Medicina: la tua salute dipende da dove vivi

  1. Ciroip says:

    Suppongo si faccia molta piu’ attenzione in Italia a diffondere statistiche di quel tipo con uno Stato che ha un cosi’ forte controllo sulle condizioni di vita degli italiani informazioni del genere renderebbe molto piu’ palesi molte scelte strategiche nazionali e non lascerebbe molto spazio di manovra ai governi. Mi fa piacere che anche da noi si cominci ad apprezzare un po’ di infografica. Per la fine della settimana preparo la mappa di suicidi in Italia: se convinco anche solo una persona a lasciare il Friuli Venezia Giulia ne varra’ la pena.

    Like

  2. antgri says:

    @Ciroip
    Ciro grazie per il tuo contributo, anche se ho l’impressione di non aver ben chiarito l’utilità e l’indirizzo dei mio post.

    Condividere dei dati, geograficamente distribuiti, può aiutare a comprendere, prevenire, contenere, studiare, tante cose…

    In questo caso le condizioni di salute e l’impatto che un certo ambiente può avere su alcune patologie.

    Lo trovi così disdicevole uno strumento che possa aiutare a capire come possiamo vivere al meglio in un particolare ambiente?

    Like

  3. Ciroip says:

    No, la mia era solo una constatazione dei fatti. Il post e’ chiarissimo (la mia risposta un po’ meno devo ammettere ). Le idee e i mezzi ci sono ma, secondo me, mancano le condizioni pratiche perche’ si possa introdurre un flusso di informazioni chiare e controllate nel sistema decisionale in Italia dove il ‘benessere sociale’ e’ solo un ipotesi senza nessuna conseguenza pratica.

    Like

  4. antgri says:

    @Ciroip

    Credo che a parte i risvolti governativi, potrebbe essere interesse anche di realtà locali, che hanno la responsabilità di una certa area geografica.

    Studiare l’incidenza di alcuni fattori, potrebbe aiutare a capire qualcosa in più.. magari riducendo il rischio per alcune patologie.

    Diciamo che gli scenari sono molteplici…

    Occorre, come spesso accade, qualcosa che faccia shiftare il senso comune di chi ha possibilità di agire, verso il “benessere sociale”.

    Cosa possiamo fare?

    Like

  5. Ciroip says:

    ehh, la realta’ e’ che io sono molto pessimista anche per le realta’ locali: se vai nei consigli comunali quelli che ‘suonano’ lo strumento del buon senso sono solo quelli di rifondazione comunista (e che quindi rifiutano di giocare in partenza…). Il problema e’ che il sistema di rappresentazione democratica e’ ormai completamente saltato.

    Like

  6. antgri says:

    @Ciroip

    A volte proprio le nuove tecnologie, riescono a spiazzare e penetrare gli scetticismi più profondi, proprio per la forza e l’irruenza che spesso è disarmante.

    Speriamo avvenga anche in questo caso…

    Like

  7. Ciro says:

    bhe, diciamo che la tecnologia apre finestre di opportunita’ mettendoti in una posizione di vantaggio temporaneo. In questo caso la rappresentazione visuale dell’incrocio di 2 variabili colpisce molto di piu’ del ‘banale grafico a barre’. Dubito che in nostro servizio sanitario pubblico sia efficiente a sufficienza per utilizzare una geo anamnesi opportunamente: piu’ realisticamente vedo un ‘ottimizzazione’ nel campo assicurativo che comunque gia’ da tempo ha il parametro nel calcolo delle polizze.

    Like

  8. antgri says:

    @Ciro

    Ad oggi c’è modo di analizzare in tempo reale una alta mole di dati, per renderli disponibili ad applicazioni distribuite su molteplici tipi di devices. La tecnologia per fare tutto questo c’è. Ti assicuro che è qualcosa in più che incrociare due variabili…

    Che se ne voglia avvantaggiare il mondo pharma, il governo, piuttosto che enti regionali, locali o associazione d’altro tipo, è una partita tutto da giocare.

    Vedi un interesse per il mondo delle assicurazioni? ottimo!

    Ma credi che una casa farmaceutica non abbia interesse a capire i modo più capillare le geo-localizzazione del proprio business? magari per meglio ottimizzare la propria sales force?

    Come vedi gli interessi sono molteplici, come molteplici le finalità.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s