Google Wave: il nuovo web collaborativo o solo provocazione?


Un’onda? Una Provocazione?

Ad oggi sembra un tornado Google Wave, il nuovo tool sviluppato da BigG (Google).

Di cosa si tratta? Stesso Google lo definisce “Un nuovo strumento per comunicare e collaborare sul web“. Una piattaforma web based accessibile dal browser che promette di unire sotto un unico tetto i vari servizi, permettendo di scambiare email, link, mappe, documenti e di creare gruppi di discussione. “In Google Wave puoi creare un wave ed aggiungere i tuoi contatti, permettendo loro di replicare, modificare, aggiungere testo, foto, gadget o addirittura feed da altre fonti esterne” si legge sul blog ufficiale di Google.

A livello pratico si presenta come una sorta di desktop condiviso che fa della comunicazione in real time il suo cavallo di battaglia. Wave può vantarsi di avere un lato social che sembra essere la sintesi di quanto disponibile in rete al momento, grazie all’attitudine nel seguire il flusso di eventi e di conversazioni già fulcro di piattaforme social come Twitter e Facebook, senza dimenticare Friendfeed.

Il taglio di tutto questo mondo è certamente consumer, nonostante ci sia la possibilità di creare e condividere documenti in ambito lavorativo.

Tutto ciò è basato su codice Open Source.

Tutto così bello? Questo il futuro?

Qualcuno ha già storto il naso, dichiarando che più di un ainnovazione destinata a spopolare, si tratta del solito “mashup” di applicazioni che di innovativo hanno ben poco.

Cosa ne pensate?

Advertisements

3 responses to Google Wave: il nuovo web collaborativo o solo provocazione?

  1. francesco says:

    Altro che non innovativo…. un mashup di questo tipo è una vera e propria KILLER APP
    Senza contare che per costruire questo immenso modello in lego, comunque, si sono costruiti i loro mattoncini…

    Like

  2. antgri says:

    Ciao Francesco,
    grazie per il tuo post.

    Quanto pensi che le aziende possano delegare ad una applicazione open-source, in mano a terze parti, parte importante del loro modo di operare?

    Io sono un fautore dell’Open Source, ma sono anche un consulente che gira molte aziende e spesso si scontra con la cruda realtà.

    D’altra parte stanno fiorendo Social Network molto verticali, sui campi più disparati, (finanza, economia, etc.).

    Insomma lo scenario è competitivo, la parobola del social è in fase calante. Quando la moda finirà, rimarrano alcune ottime cose introdotte dal social, ma non tutto.

    Staremo a vedere…

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Pingbacks & Trackbacks