ASUS fa il bis: dopo “eee Pc” arriva il pc low cost


Con eee Box il Low Cost diventa Fisso! Dopo il successo del portatile eee Pc a basso costo è la volta di una soluzione Desktop.

Ho appena appreso la brillante notizia da “il Sole 24 ore”.

Eee Box ha un ingombro di 223 x 178 x 16 millimetri, può essere posizionato ovunque, anche dietro la maggior parte dei display. E’ un vero computer dedicato a chi usa il pc per la posta elettronica, la messaggistica istantanea, per applicazioni di tipo “office”, navigare su Internet e dedicarsi al social networking.

Monta un processore Intel Atom con 1 Gb di memoria e il sistema operativo è il classico Windows Xp. ll disco fisso da 80 Gb. Esistono.

Eee Box è silenzioso (appena 26 dB) consuma poca energia elettrica: secondo il costruttore è in grado di abbattere i consumi energetici fino al 90% rispetto ai desktop convenzionali dall’utilizzo di materiali eco-compatibili in conformità con gli standard RoHs e Weee.

Pare che il desktop possa smettereì di essere uno scatolone di ferro e plastica pesante e ingombrante, e diventare un piccolo oggetto colorato, bello da vedere, facile da usare e poco costoso: i prezzi spaziano dai 250 ai 300 euro.

Advertisements

8 responses to ASUS fa il bis: dopo “eee Pc” arriva il pc low cost

  1. Jack says:

    Non ho nulla da obiettare sui pc low cost, ma quanto è meraviglioso il mio eeepc 7″ con Xandros (Ubuntu da 20 gg. circa): è l’ideale per il web e per l’uso non produttivo. Francamente non riesco a capire i motivi che hanno spinto Asus a creare una gamma di eeepc più grandi, con hd “normali” anziché flash come i primi modelli e, soprattutto, Xp al posto di Linux. Lo so che tutto è fatto per soldi, ma se avevano una piccolissima possibilità di accaparrarsi il mercato dei “mini notebook” e, nel contempo, far crescere i sistemi aperti, quella possibilità l’hanno distrutta sul nascere: e dire che le vendite erano andate bene! Discorso a parte è chiaramente l’eeeBox, buon prodotto direttamente per tutti e non solo per una piccola nicchia di utenti (anche se è una “signora nicchia” 😉 ). Mi interessa la cosa, mi documenterò meglio in tal senso. Grazie per l’info Antonio, a presto. Ciao 🙂

    Like

  2. antgri says:

    Concordo a pieno con te. forse il potenziamento di questi dispositivi che stanno avendo un ottimo successo, snatura quella che è la loro filosofia iniziale.

    Era importante avere un prodotto a larga diffusione con una distribuzione Linux semplice, in modo da veicolare “l’idea linux” ancora troppo di nicchia.

    Eh si i soldi… i soldi… i soldi… bel problema ma.. come fare senza?

    Un po’ più di etica non guasterebbe e forse con un po’ di pazienza si potrebbero anche ottenere gli stessi soldi 😉 Ma c’è ancora qualcuno che ha pazienza?

    Grazie a te per aver contribuito a questa discussione! appena hai notizie torna ad aggiornaci!

    Like

  3. clod says:

    Commercialmente windows è una macchina perfetta.
    il S.O. viene licenziato al costo di 3 dollari su questi mini computer.
    Linux si trova una bella gatta da pelare adesso.
    Invaderà il terzo mondo con questi modelli a basso prezzo.

    Speriamo che la gente si accorga che il s.o. è migliore e il software è gratis.

    Like

  4. leoaruta says:

    Il problema vero è che Linux non è ancora un sistema che consenta di utilizzare tutte le apllicazioni che girano in windows. Ovviamente mi riferisco agli utenti medi che non vogliono perdere la testa per usare msn etc… E’ chiaro che i geeks non hanno di questi problemi ma il progetto EEE riguarda tutti!
    Leo

    Like

  5. antgri says:

    Facile far divenire un prodotto una machcina perfetta cpn budget così importanti a spingerlo 😉

    Questa crisi, l’esigenza di economizzare, può portare a cercare sicuramente soluzioni alternative, ma non è molto semplice rompere una egemonia così radicata sia nei fatti che nell’immaginario collettivo.

    Grazie per il tuo intervento Clod!

    Like

  6. antgri says:

    #leoaruta
    Benvenuto nel mio blog Leoaruta

    Linux penso sia abbastanza “a-la-page” con le differenti versioni che presenta. Forse questo il punto: gli utenti vogliono SOLo una cosa che funzioni. Spesso Linux ne offre 100 di soluzioni e… quale scegliere?

    EEE ha dato inizio a qualcosa che spero possa proseguire…

    Like

  7. Pier says:

    @antgri
    La cosa che “accendi e funziona” su base Linux c’è già…e ti dirò che c’è da moltissimo tempo.
    Il problema è che spesso sento dire da moltissime persone che Linux è difficile, Linux non funziona, su Linux non girano i giochi ecc ecc….
    la risposta che do a queste persone è che sono pigre.
    Come esposto in un altro post, sono utente *NiX da moltissimi anni e francamente non ho mai avuto difficoltà nel reperire notizie, aiuti e quant’altro potesse occorrermi per imparare ad usare questo sistema.
    L’uso di alcune tecnologie al posto di altre è semplicemente parte di progetti di guadagno che trovo assolutamente scorretti.
    Acquistare un pc low cost è talvolta una necessità, non uno sfizio.
    mi spiego meglio…
    il pc X1 costa 1000€ con OS la cui licenza costa 200€, significa che hai un pc che in pratica ti offre 800€ di hardware.
    se invece il pc x2 costa 1000€ con OS gratuito, hai un pc il cui costo è effettivamente di 1000€….
    almeno questa dovrebbe essere la mentalità della promozione.
    Rivolgersi ad un pubblico che ha bisogno di *utilità* e non di *sfizio* è la strada migliore per la diffusione del sapere…
    Per usare il temine di leoaruta, io da *geek* mi orienterei volentieri su un sistema a base *NiX…magari chi è cresciuto con l’idea che Windows=computer o Windows=IL s.o. il discorso cambia, a questo punto la pubblicità dovrebbe fare il resto.
    Certamente sarebbe una bellissima cosa se un giorno vedessimo in TV la ASUS che dice:
    “acquista il mio super pc portatile con un magnifico Linux”
    oppure
    “Slack-SUS.PC, ASUS mette a disposizione potenza e affidabilità con Slackware preinstallato!”

    Like

  8. antgri says:

    #Pier

    Caro Pier sono felice di ritrovarti anche in questa discussione!

    Il tuo discorso è largamente condivisibile. Purtroppo alcuni traguardi non sempre è possibile raggiungerli oppure bisogna fare piccoli passi, magari accontentandosi di migliorare la situazione.

    Non tutti sono dei super esperti di computer, quindi hanno il “know how” per capire la differenza tra cosa è migliore e cosa meno.

    Windows ha il vantaggio di essere il più diffuso. Per molti parole come Internet, Computer, Programmi, Software, significano una parola sola: Windows.

    Questo la dice lunga su quanto sia diffuso e quanto sia forte l’immagine di questo sistema operativo.

    Magari, di questi tempi può essere utile affinare lo sguardo, l’olfatto e saper scegliere… come abbiamo imparato a fare per la spesa dal fruttivendolo 😉

    Grazie per aver contribuito alladiscussione!

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s