“Yahoo! Musica” nemico di Firefox


Molti di voi conosceranno il servizio “Yahoo! Musica“, che permette di ascoltare la musica online mentre si naviga oppure si lavora: usando Firefox come browser, non è possibile usufruire del servizio Yahoo! Musica“!

Questa tipologia di servizi è molto usata, anche io personalmente  ne sono un grande utilizzatore! Capita di usarla quando sono nel mio studio, oppure quando sono in giro con il mio portatile. Spesso molte persone che lavorano tutto il giorno con il PC, tendono ad usufruire di servizi di questo tipo.

Tuttavia il servizio di Yahoo, non permette di essere utilizzato, se si usa browser come Firefox.

A mio avviso questa in generale è una grande limitazione di accessibilità, che significa:

  • discriminare un browser;
  • perdere una fetta di mercato;
  • e tante altre considerazione sulla fruibilità/accessibilità dell’informazione in Rete.

In particolare, questa limitazione appare una scelta strategica poco azzeccata, vista la grande diffusione di Firefox, ed il successo che ha riscosso nel “Firefox download Day“.

Davvero inspiegabili alcune strategie di certi “Guru”… 😦

Advertisements

13 responses to “Yahoo! Musica” nemico di Firefox

  1. clacli says:

    Non sono una grande esperta di tecnologia e confesso che nn conoscevo “yahoo musica” però nn appena ho letto il tuo post sono stata istintivamente mossa dalla curiosità e così non potendo resisterle ho verificato che quel che dici è vero.
    sempre da profana e con massima umiltà ho pensato
    una cosa: può essere che il contratto che YAHOO sta cercando di concludere con la MICROSOFT gli ” impedisca” almeno per ora di fare mosse false dando oppurtunità anche alle dirette concorrenti della sua possibile futura partner? ciao e a presto

    Like

  2. carlol says:

    Clacli

    come giustamente scrive antonio, la non compatibilità con firefox penalizza il prodotto di Yahoo. Credo sia poco probabile che per favorire microsoft yahoo penalizzi un suo prodotto. A giudicare dal numero di download di firefox nel download day (circa 8 milioni in un solo giorno) credo ci sia poca gente disposta a rinunciare a firefox pur di usufruire del servizio di yahoo.
    Secondo me la spiegazione è molto più semplice: i vari browser disponibili sul mercato (purtroppo) implementano in maniera differente alcuni standard del web (come javascript). Questa considerazione dovrebbe portare gli sviluppatori a progettare una stessa funzionalità con diverse implementazioni per ogni browser. Spesso questa cosa crea noie e si lascia perdere…

    Buona giornata
    A presto

    Like

  3. clacli says:

    ciao Carlol!
    Sicuramente tu avrai ragione, come ho detto io nn sono una grande esperta di tecnologia e informatica anzi tutto il contrario.
    Ti ringrazio dunque per la spiegazione.
    a presto

    Like

  4. antgri says:

    #Clacli

    Ciao Clacli davvero è difficile capire il motivo di questa “svista”.

    MI auguro che si a una svista, altrimenti se da un lato si progredisce con le nuove tecnologie ed i paradigmi in interazione uomo-Internet, dall’altro lato si rimane sempre all’età della pietra riguardo la possibilità di accesso a tutti alle risorse in Rete.

    Questa ultima prerogativa ha una enorme valenza sociale ma un risvolto economico non ecrto secondario!

    #Carlol
    benvenuto nel mio blog Carlol!

    Come dicevo a Clacli penso che sia difficiel capire le ragioni “strategiche” di questa scelta…

    Pensate che sia una volontà di penalizzare un browser oppure una “svista” di un project-manager? O cosa altro? Difficile pensare che aziende leader mondiali nel panorama IT possano commettere volutamente certi errori, e allora?

    grazie per il tuo prezioso contributo!!!

    Like

  5. Jack says:

    Credo – come dice Carlol – che probabilmente sarà un problema di implementazione javascript sui singoli OS: infatti a me non funziona con Ubuntu e Vista, ma con Fedora sì, quindi… Antonio sei tu l’esperto, cosa ne deduci a questo punto? Ciao e ci si sente da me o da te 😉

    Like

  6. antgri says:

    #Jack

    Benvenuto Jack! felice di averti sul mio Blog.

    Io l’esperto?

    Beh non bisogna essere un esperto per capire che le cose andrebbero progettate per renderle fruibili al maggior numero di persone.

    Se ciò non avviene, è bene capire dove si è sbagliato! Questo vorrei capire… come mai hanno penalizzato Firefox?

    Sono felice che funzioni con Fedora! Il problema nasce con Firefox, che è di gran lunga più diffuso di fedora tra gli utenti.

    Non credo in fine che sia un problema di settaggi particolari sul mio pc piuttosto che su altri, poiché il messaggio che è rappresentato in figura è inequivocabile:
    “Errore 31 – Spiacenti ma il sistema non supporta FIrefox”.

    Magari qualche combo OS-Browser riesce a far funzionare Firefox, certamente non funziona con il comnbo più comune!

    Like

  7. Pier says:

    Egregio Antonio,
    non sono espertissimo nel settore, però posso dirti che spesso Yahoo si è dimostrata contro quello che può essere un prodotto a sorgente aperto.
    Infatti spesso succede di incontrare grossi colossi della rete che fanno scelte particolarmente mirate obbligando i cybernauti ad affrontare situazioni di non compatibilità con i sistemi.
    Da moltissimi anni mi cimento nell’uso di sistemi *NiX trovando non poche difficoltà proprio nell’uso di alcune piattaforme sul web e nelle compatibilità di alcuni formati.
    Non mi piace fare il *propagandista* nè mi piace fare il saputello ma credo che il portale di Yahoo utilizzi alcuni controlli *ActiveX* per far funzionare il plugin audio del browser, e firefox non implementa controlli *ActiveX* di Microsoft….[in confidenza….è uno dei motivi che lo rendono più sicuro del prodotto M$].
    Non so quale sistema operativo utilizzi, in ogni caso puoi utilizzare un programma open source chiamato *VLC Media Player* il quale permette di ascoltare musica on line ed è compatibile con una miriade di formati audio e video.
    Spero di essere stato utile.

    Like

  8. antgri says:

    #Pier

    Caro Pier benevuto nel mio blog!

    Ti ringrazio circa dritte per tentar di far funzionare il servizio radio di “Yahoo! Musica” anche con Fireox.

    ll mio post voleva esternare una riflesisone circa la scarsa attenzione all’accessibilità. Inoltre volevo mettere in luce come a volte si assiste a bizzarre strategie di mercato.

    In altri termini non mi pare sia ottimale scegliere di escludere “Firefox” (personalmente di solito accedo con Microsoft Vista) proprio dopo che il famoso browser ha segnato il guiness di Download qualche mese fa.

    Azzardo di chi progetta?
    Scelta strategica pro Microsoft (mamam come sono cattivo!)?
    Oppure scelta “smart”: con questa soluzione facciamo prima a finire il progetto?

    Ai posteri l’ardua sentenza, a patto che abbiamo il giusto combo Browser-OS per leggere questo post 🙂

    Like

  9. Pier says:

    @antgri
    innanzitutto ringrazio te per avermi dato la possibilità di rispondere.
    Continuo dicendo che purtroppo si assiste a delle situazioni poco piacevoli dal punto di vista della correttezza.
    In primis parlo da utente, e dico che la scelta di non rendere accessibile un sito ad alcune tipologie di utenze rende proprio l’utente schiavo di altre tecnologie, nel qual caso a pagamento.
    Non dico che non sia giusto non porre una scelta a noi utenti, nel senso che se vuoi puoi pagare un S.O. con tutto i vantaggi che ne vengono, ma è anche giusto non svantaggiare gli altri che optano per scelte differenti.
    In secundis parlo da estimatore di S.O. liberi, ribadendo il concetto che nonostante io non abbia pagato il S.O. cmq devo avere la libertà di frequentare un certo tipo di piattaforma senza trovare difficoltà.
    Mi viene in mente a tal proposito un vecchio stratagemma degli ISP di qualche tempo fa…
    se sceglievi di avere la connessione telecom ti era precluso l’uso di servizi di posta offerti da altri gestori, e persino la navigazione nei loro domini risultava assurdamente lenta…
    è un tipo di atteggiamento che, credo, allontani una possibile utenza.
    qualche giorno fa ho letto questo post…
    http://www.pettinix.org/2008/02/03/yahoo-censura-lopen-source/
    ti invito a dargli un’occhiata…!

    Like

  10. lucare says:

    Ciao Antonio, hai commentato il mio blog e di conseguenza io guardo il tuo.

    Mi piace moltissimo il tuo blog e gli argomenti che tratti.
    Il problema che riporti è serio e grave, io non ho lo spazio per riportarlo.

    Segnalo altri problemi di questo tipo, ad esempio se qualcuno guarda le partite di calcio in streaming, non può guardarle con Firefox, ma solo con Internet Explorer.

    Penso che sia un fatto grave che limiti la libera concorrenza, ma noi continuiamo a usare Mozilla e a fare pubblicità, io sono convinto che cambieranno politiche, ci daranno più ascolto e apriranno i servizi.

    Fino a poco tempo fa ad esempio non era possibile installare la Google Toolbar su Firefox…poi quando gli utenti sono aumentati hanno dovuto metterla.

    Like

  11. antgri says:

    @lucare

    Ciao lucare e benvenuto nel mio blog!

    Ti ringrazio molto per il tuo intervento che condivido a pieno.

    Appare buona norma non vedere ovunque del marcio, ma alcune cose… beh hanno tutta l’aria d’esserlo 😉

    A dogni modo è sempre bene esaltare le qualità dei prodotti come firefox, poiché ,come dicevo sul tuo blog che apprezzo molto, l’importante è avere la possibilità di scegliere.

    Già avendo questa possibilità, si giungerebbe ad un gran risultato!

    Spero di rileggerti presto!

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s